Nelle precedenti puntate abbiamo parlato di come lo Studente Fuorisede si evolve nell’arte culinaria nei primi mesi di “sopravvivenza lontano da casa”. Dalla scatoletta di tonno alla cucina internazionale il passo è breve in una realtà come quella universitaria, in continua evoluzione.

Nei primi mesi si cominciano a fare nuove conoscenze tra i colleghi di facoltà e presto lo studente si troverà coinvolto in cene tra amici (spesso epiche). A volte si cucina qualcosa tutti insieme, altre volte ognuno porterà qualcosa. E tu, Studente Fuorisede, sei stato incaricato di portare il dolce!

Inizia un dramma: “Ma fare dolci è complicato! Non sono portato, potrei incendiare la cucina!” “Non è esiste la ricetta di un dolce facile, è impossibile!!!“; ma non c’è cosa più triste che comprare una crostata preconfezionata della Coop!

E allora che si fa? Ecco che Trattoria Universitaria arriva in soccorso di coloro che hanno poca confidenza con il mondo della pasticceria, con questa prima ricetta dolce: una torta sbriciolata semplice da realizzare ma di grande effetto. Questo dolce è sempre una piacevole sorpresa, perchè è tanto buono quanto facile.

Amato da tutti (mio nonno, all’inizio scettico, l’ha gradito molto), e la ricetta si spiega con molta facilità (anche i miei coinquilini, inesperti/incapaci in pasticceria, l’hanno imparata, e gradita, velocemente!).

Ha un gusto delicatissimo che non dimenticherete, e una scioglievolezza molto piacevole!

Ingredienti

Per la sbriciolata:

  • 300gr Farina
  • 100gr Burro
  • 100gr Zucchero
  • 1 Bustina di lievito per dolci
  • 1 Bustina di vanillina
  • 1 Pizzico di sale
  • 1 Uovo

Per la crema:

  • 500gr Ricotta
  • 100gr Zucchero
  • 100gr Cioccolato

Preparazione

Accendere il forno per pre-riscaldarlo a 180°.

Mischiare la farina lo zucchero, il lievito la vanillina e il pizzico di sale. Tagliare il burro a cubetti e mischiarlo alle polveri impastando con i polpastrelli. Quando vedrete un composto sabbioso (il burro ha assorbito la farina) inserite l’uovo e continuate ad impastare sempre con i polpastrelli.

Mettere 2/3 di questo impasto sul fondo di una tortiera.

Per la farcitura interna mischiate la ricotta con lo zucchero e infine aggiungete il cioccolato a pezzi (se non usate le gocce già pronte potete o tagliare il cioccolato grossolanamente con un coltello, oppure, prendendo la tavoletta ancora incartata, batterci sopra con un martello 😉 ).

Mettere ora la crema sopra l’impasto, nella tortiera (ovviamente non prima di averla assaggiata…ma non finitela tutta!!! 😛 ).

Coprire con l’impasto avanzato e mettere in forno per circa 35 minuti (dipende da forno a forno), o comunque fino a quando la superficie è ben dorata.

Far (almeno) intiepidire (anche se è più buona fredda!) e spolverare a piacere con lo zucchero a velo.
PS: crea dipendenza!!!

Note

  • Il tipo di cioccolato non è stato specificato perchè, in genere, si usa cioccolato fondente, ma è buonissima anche metà fondente e metà cioccolato bianco. Sperimentate! (in commercio esistono anche tavolette ripiene con gusti particolari…provate e fateci sapere!)
  • L’impasto NON deve diventare una palla, ma deve avere la consistenza esattamente sbriciolata, quindi non aggiungete altri liquidi!
  • Al posto del cioccolato si può usare la Nutella, ma noi non vi abbiamo detto niente!!! 😛

Libera lo spirito da pasticciere che è in te, il successo è assicurato!
Marta e Valentina @TrattoriaUni #lostudiogiustoèquellodelgusto

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *